Per informazioni: +39 347 76 61 126

Sci alpinismo in Siberia in una valle magica

del
  • Viaggi
  • Sci Alpinismo

7 giorni di sci alpinismo in una foresta della Siberia piena di neve sempre polverosa e di una qualità unica Quest’anno il nostro solito trip esplorativo si è svolto in Siberia, questa volta non siamo soli ma in compagnia del mio amico e collega francese Sebastian, lui viene insieme a Flo, Olivier, Jean Luis e Joahnn. Noi solita squadra vincente, che da tradizione non si cambia, Paolo, Edo, Tonino, Ludo, Gianca, Rob, e Giulio.

Una valle magica

Passiamo 7 giorni spersi in una valle magica in Siberia. Magica perché per noi è stata magica. 7 giorni in una foresta piena di neve sempre polverosa e di una qualità unica dove forse nemmeno in Giappone ne abbiamo trovata cosi o in Alaska.

Una valle magica in Siberia

Posto incredibile, abbiamo vissuto in un piccolo lodge scaldato con una stufa a legna che nonostante i -25°C costanti ci faceva dormire praticamente in mutande per il caldo. Il freddo che mantiene la polvere incredibilmente fredda però crea problemi alle attrezzature, cosi foto e video poche, visto che le batterie soffrivano abbastanza. Gli attacchi della split di Giulio si sono spaccati al primo giro, per fortuna, Giulio è versatile e cosi è riuscito a venire a sciare con noi con degli sci che ci ha prestato super Anton, il nostro cuoco.

Anton è un cuoco dalle capacità culinarie incredibili e dai pluri talenti. Gli ultimi giorni grazie a Codi, uno scozzese, ci ha prestato le placchette da sostituire per gli attacchi di Giulio cosi è tronato a cavallo del suo bolide. Anche Seb ha spaccato un gancio dei suoi scarponi in una fredda mattina.

Rifugio e cuochi speciali per salvarci dai -30°C

Cosi tra piccoli disagi la Siberia ci ha regalato emozioni uniche, sciate incredibili in metri di powder dove si soffocava e la mascherina per la powder era fondamentale per poter sciare. Pendii ripidi a sufficienza per sciare su tutta quella polvere. Notti stellate fantastiche. Serate tra noi a bere vodka e zakuska (ovvero mangiare una specie di sgombro in scatola insieme alla vodka) e poi la banja, ovvero la sauna per poterci lavare dove il bagno al fiume regalava emozioni forti per spiriti coraggiosi.

Una polvere magica e fantastica in tutta la valle

Insomma le festività natalizie e gli impegni familiari ci hanno richiamato alla realtà strappandoci da quel posto magico dove una settimana senza telefono ci ha fatto staccare da tutto, fantastico. Volevamo restare li ancora per altri 2 mesi forse.

Ah dimenticavo due le regole da seguire: mai sfidare i russi a bere! Ci si puo far male, e non fare la banja ubriachi non ha gli stessi effetti benefici che ha normalmente.

Ma dove siamo stati di preciso

Vi chiederete come mai non specifico esattamente dove sono stato, considerato che la Siberia è quasi un continente. Beh avete mai sentito parlare di secret spot, beh per me resta un secret spot se volete abbiamo già prenotato dal 9-13 dicembre 2020, venite e vi porto a scoprire questa magica valle.

Concludiamo questo viaggio citando la frase di Ruger Hauer nei panni del replicante Roy Batty nel famosissimo cult movie Blade Runner.

“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia”

Perché è questo lo stato d’animo che abbiamo dopo questo giro!

Zaf

Altri contenuti da vedere

Se non lo avete ancora fatto, date un’occhiata anche a:

Per viaggiare con Mountain Evolution

Se ti è piaciuto il nostro viaggio di Sci Alpinismo in Siberia, dai un’occhiata al catalogo Mountain Evolution. Se sei interessato puoi trovare tutte le informazioni al link sotto.

Recenti dal Blog

Lorenzo Baldi

Lorenzo Baldi del 07-01-2020

Ciaspolata di Natale ai piedi del Gran Sasso

Nulla da dire è un inverno particolarmente “secco” se così vogliamo chiamarlo. Il periodo natalizio che si conclude ora sembrava segnato dalla totale assenza di neve. Le nostre escursioni con le ciaspole sembravano del tutto compromesse… Poi la poca neve del 28 Dicembre qualcosa (poco) ha cambiato.
Gianluca Giusti

Gianluca Giusti del 21-12-2019

Ciaspe'n folk la terza edizione sta iniziando

Quella dello scorso anno è stata la seconda edizione ed è stato un successo. Ormai Ciasp’n folk rappresenta un appuntamento fisso per gli amanti delle ciaspole e del folklore in Abruzzo.