Home
 
Calendario eventi
«Luglio 2017
LunMarMerGioVenSabDom
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Login utente

Viaggi

Viaggi 2012
Inserita da Viaggi



Dal Rolwaling al Khumbu e il Parchamo Peak – 6270 m


Ascensione all'Elbrus


Monte Kenya


Scialpinismo in Alaska


Groenlandia ski expedition della costa orientale


Tanzania - Kilimajaro 5895m - Trekking sulla vetta del continenete africano


Lofoten: skialp in isole affascinanti e magiche. marzo 2012




Canada - Revelstoke: scialpinismo nella mitica polvere del British Columbia




Marocco: Scialpinismo in Alto Atlante


Turchia: Scialpinismo in Anatolia Centrale


Arrampicata - Algeria -Scalate nel massiccio dell' Hoggar


Marocco - 4x4000 dal moguon al Toubkal, in alto atlante


Trekking dell'Everest e Island Peak (6189m)


Turchia: Trekking Cappadocia e monti Tauri


Aconcagua 6926mt - Ascensione per la via Normale


Stok Kangri 6153mt Ladakh


Marocco - Gole di Todra e Dades + trek sul Toubkal


[ letto 658 volte ]

Ascensione all'Elbrus
Inserita da Viaggi

Ascensione all'Elbrus
Trekking nel Caucaso con ascensione alla cima più alta d’Europa

Spazi immensi, montagne che lasciano senza fiato, insieme naturale selvaggio, rude (quasi ruspante) e di
sorprendente bellezza sono solo alcuni degli aspetti che le maestose cime della cosiddetta “Main Caucasus
Ridge” presentano. Il monte Elbrus è la vetta più alta della Catena del Caucaso, ed anche la più alta della
Russia.
Il nome significa picchi gemelli, per la presenza di due cime quasi uguali per altezza: la cima orientale è alta
5.621 m, quella occidentale (la più elevata) 5.642 m. Secondo altri, invece, il nome significa cima conica.
Ci troviamo nei pressi del confine tra Europa ed Asia in una regione ricca di foreste e pascoli ad una latitudine
situata intorno al 43° parallelo. Le montagne caucasiche hanno un aspetto simile a quelle alpine ma hanno
dimensioni, quote e ghiacciai che richiamano a quello himalayano.
La cima è incappucciata per tutto l'anno da ghiaccio, e molti ghiacciai scendono dai suoi pendii. La stima del
numero dei ghiacciai è di almeno 60 (!) che offrono in inverno una moltitudine di meravigliose discese e cime da
raggiungere.
La montagna ed i suoi ghiacciai coprono circa 56 miglia. La cima offre prospettive incredibili del Caucaso intero

Durata: 10g.
Periodo: 07-17/07/12
Costo: 2900 Euro a persona, minimo 6 persone a guida.



leggi programma dettagliato


[ letto 2190 volte ]

Dal Rolwaling al Khumbu e il Parchamo Peak – 6270 m
Inserita da Viaggi

Dal Rolwaling al Khumbu e il Parchamo Peak – 6270 m

Una valle che si stende da ovest ad est ai piedi del Gauri Shankar (7145 m) il Rolwaling è un’area isolata e
culturalmente diversa dal resto del Nepal, una quieta regione di montagna, raramente visitata dai trekkers, che concede di assaporare un’atmosfera ancora incontaminata.
La parte bassa della valle è ampia e caratterizzata da un ambiente tropicale, foreste, terrazzamenti, insediamenti agricoli. Salendo di quota gole profonde danno accesso ai circhi morenici della parte più alta che, dominata da Chobutse (6685), Takargo (6790 m) e Tengi-Ragi Tau (6943 m) trova un passaggio verso il Kumbu, Namche Bazar e la regione dell’Everest attraverso il passo glaciale del Tesi Lapcha (5700 m) tra il Tengi-Ragi Tau ed il Parchamo.
Quest’ultimo che rappresenta l’obiettivo ultimo del nostro viaggio è raggiungibile più velocemente da Namche Bazar e Thame ma, in termini di avventura di montagna, il viaggio attraverso il Rolwaling, l’ascensione di una vetta e l’attraversamento di un passo glaciale seguiti da una discesa e un ritorno attraverso un’altra regione è quanto più si avvicina allo spirito dei primi esploratori himalayani.
Il Tesi Lapcha è il clou del trekking. La quota elevata e la necessità di affrontare una o più notti oltre i 5000 metri e la lunga discesa a Thame dovranno essere affrontate in buone condizioni fisiche e ben acclimatati. Visto dal passo il Parchamo è un attraente e diritto picco nevoso con una ben definita cresta nord ovest che sale dal pianeggiante e crepacciato ghiacciaio a cavallo del Tesi Lapcha. Da un campo nei paraggi del passo affronteremo questa ovvia linea di salita che esclusi alcuni crepacci e un piccolo risalto sotto la vetta non presenta difficoltà tecniche consistenti (PD+). Se si scenderà in tempo dalla vetta si pernotterà a Thengpo (4320 m) sulla via di Thame. In caso contrario ci si fermerà al campo per arrivare a Thame il giorno seguente. L’ascensione è facoltativa, in altre parole chi non se la sente potrà attendere al campo o, accompagnati dagli sherpa, scendere direttamente a Thengpo.
Il trekking si svolge in una area che seppur popolata è praticamente priva di collegamenti con la “civiltà”. Nella parte alta si passano più giorni sui ghiacciai e l’isolamento e difficoltà di ritirata in caso di maltempo si fanno seri. La traversata del passo non presenta particolari difficoltà anche se si “pesta neve”. L’ascensione al Parchamo è tecnicamente semplice, più dell’Island Peak e paragonabile con le dovute cautele al Castore. L’impegno “fisico” non è superiore ad altri trekking della zona ma la situazione ambientale ne fa un trekking riservato a persone con un buon allenamento e predisposizione agli ambienti selvaggi.

Durata: 23g.
Partenza: 13/10/12
Costo: 3450 Euro a persona, minimo 8 persone a guida.

Quota iscrizione

90€ comprensiva di:assicurazione medica (vedi estrapolato garanzie assicurative), spedizione a domicilio documenti e gadget.



leggi programma dettagliato


[ letto 2245 volte ]

Scialpinismo in Alaska
Inserita da Viaggi

L’Alaska è un paese enorme ed affascinante dove la presenza dell’uomo è confinata solo a pochi luoghi, lasciando il resto del territorio selvaggio ed incontaminato. Per la sua vastità è un paese difficile da cogliere nella sua essenza, dal momento che ci sente solo una piccolissima parte dell’immensa natura che sembra non accorgersi affatto della presenza così limitata dell’uomo.

Questo viaggio vuole esplorarne un piccolo e affascinante lato, in un modo originale e divertente.
Il Prince William Sound è un sistema molto grande di fiordi, dove la navigazione in kayak è facilitata dalle condizioni favorevoli del mare, e contornato da spettacolari montagne con ghiacciai che si tuffano in acqua formando un’ infinità di ice-berg, tra cui le foche nuotano tranquille.
All’inizio di maggio si crea una situazione favorevole, data dalla lunghezza delle giornate, dal clima non troppo rigido e dall’abbondante neve che, soprattutto nei versanti nord, ancora ricopre pendii e montagne, rendendo possibile la pratica dello sci-alpinismo, su neve di caratteristiche primaverili.

Le possibilità di navigare su fiordi diversi sono molte, come ancora di più sono le scelte sci-alpinistiche che ci si proporranno ad ogni approdo: dalle facili sciate su colli con pendii ideali, fino alle più impegnative e lunghe gite d’ambiente, su ghiacciai immensi!

La difficoltà delle giornate in kayak non sarà mai esagerata, non più di 5/6 ore su mare di norma con condizioni favorevoli. Anche le gite di sci-alpinismo non saranno nè troppo lunghe nè tecniche, non limitando comunque le aspirazioni dei più esigenti, che qui troveranno pane per i loro denti…
I pernottamenti durante il viaggio saranno in tenda, e il tutto verrà svolto in totale autonomia di cibo e carburante. Il trasporto del tutto (solo il minimo indispensabile!) avverrà nei kayak con problemi di spazio e stivaggio! Il clima in Alaska non è mai troppo favorevole…
La somma di tutti questi elementi rende questo viaggio di sicuro impegno. This is Alaska!!!
Durata: 14 gg.
Periodo: 28 aprile - 11 maggio 2012;
Costo: 1450€ a persona, minimo di 6 persone.


Impegno fisico: 3
Impegno tecnico: 3


leggi programma dettagliato


[ letto 1117 volte ]

Monte Kenya
Inserita da Viaggi

Monte Kenya
La sua molteplice varietà di vegetazione crea diversi habitat per gli numerosissime specie animali che ci terranno
compagnia durante tutto il soggiorno!
ll monte Kenya (Kirinyaga o Kerenyaga in gikuyu) è la più alta montagna del Kenya e la seconda più alta dell'Africa
(dopo il Kilimangiaro). Si trova nel Kenya centrale, poco a sud dell'equatore, a nord-est di Nyeri e circa 160 km nordest
di Nairobi
Il primo europeo ad avvistare il monte fu il missionario Johann Ludwig Krapf, nel 1849. La prima scalata di cui si
abbia notizia fu portata a termine da Halford John Mackinder, C. Ollier e J. Brocherel il 13 settembre 1899.
Salita alla vetta del monte più alto del Kenya e seconda cima più alta del continente
africano 5199mt

Durata: 7 gg.
Periodo: partenza 21/07/2012, su richiesta possono essere concordate altre date
Costo: 2980 Euro a persona, minimo 6 persone.


Impegno fisico: 2/3
Impegno tecnico: 2/3


leggi programma dettagliato


[ letto 573 volte ]

Groenlandia ski expedition della costa orientale
Inserita da Viaggi

Viaggio-Spedizione esplorativa alla ricerca della salite più interessanti della costa est della Groenlandia, nell’isola di ’isola di Apusiajik. Montando un ampo base, sul ghiacciaio di Apusiajik a 135mt, grazie all’aiuto di alcune slitte trainate da cani, come dei veri esploratori Artici. Si compiranno delle gite scialpinistiche facendo base dal nostro campo, alla ricerca delle discese più belle e di salite inviolate.

Durata: 14 gg.
Periodo: 07 aprile 2012; altre date a richiesta
Costo: in via di definizione a persona, minimo di 8 persone.


Impegno fisico: 3
Impegno tecnico: 3


leggi programma dettagliato


[ letto 708 volte ]

Scalate nel Sahara algerino nel gruppo dell’Hoggar - Algeria
Inserita da Viaggi

Le montagne rocciose più imponenti del deserto, ottima roccia, panorami singolari…

Un viaggio d’altri tempi, immersi in una cultura antica, con il fascino del deserto, il sahara e quello di scalare guglie incredibili. Vivendo a contatto con un popolo fiero e mitico Tuaregh, il popolo delle sabbie.
Arrampicare sullo sfondo dell’ immensità del deserto, è senz’altro l’ occasione per abbinare all’ arrampicata la visita di un posto unico al mondo, dai ritmi lenti e dagli immensi spazi vuoti.
Ci muoveremo in fuoristrada su piste sterrate per raggiungere i vari gruppi rocciosi dell’ Hoggar come il Tesnou, o per compiere il giro dell’ Assekrem, scalando su Granito e Trachite. Dormendo in tenda alcuni giorni e nei caravan serrail (tipici alberghetti locali, modesti ma confortevolissimi sovente utilizzati dalle carovane con tende).
NOTA: per informazioni approfondite leggetevi ALP Grandi Montagne N° 18/219 “Sahara Hoggar.Tefedest Tassili” del nov.-dic. 2003. Può essere richiesto come arretrato scrivendo a cdavivalda@cdavivalda.it o telefonando allo 011-7720444 oppure “Escalade au Sahara” Massif du Hoggar - Thomas Dulac - 39€

Impegno tecnico: per alpinisti e/o arrampicatori capaci di superare almeno il 5° grado UIAA da secondi di cordata. Molte vie classiche sono di grado 6a e di lunghezza fino a 6-700m. La roccia è di ottima qualità: Basalto e Trachite (come il lastricato di Piazza S. Marco a Venezia) ed esistono sia vie chiodate a spit (di grado anche oltre il 6c) che tradizionali.

Durata: 10 gg
Periodo: marzo 2011 data in via di definizione!
Costo: 2470 euro a persona + 42€ di iscrizione min. 4 persone



Impegno fisico: 2
Impegno tecnico: 3


leggi programma dettagliato


[ letto 1578 volte ]

4x4000 in Marocco - Alto Atlante -Dal Mgoun al Toubkal
Inserita da Viaggi

Le vette dell’Alto Atlante – 4 x 4000
Dal Mgoun al Toubkal, alla scoperta di un mondo vicino ma lontano

Un itinerario che potremmo chiamare sportivo, una lunga traversata che permette di toccare le più alte vette dell’Alto Atlante marocchino e del Nord Africa. Alcune superano la simbolica soglia dei quattromila metri ma non presentano ghiacciai o difficoltà tecniche.
Oltre alla collezione di cime prestigiose questo è un viaggio di incontri con le popolazioni berbere che abitano alte valli dove il modo di vivere non è molto cambiato nel corso dei secoli.

E’ un programma adatto ad escursionisti allenati: alcune tappe sono lunghe e con notevoli dislivelli. E’ indispensabile un ottimo spirito di adattamento e di collaborazione con i compagni di viaggio e un grande rispetto per le popolazioni che si incontrano.
Durata: 17 gg
Periodo: 31-7-2010
Costo: 1990 euro a persona + 42€ di iscrizione min. 7 persone



Impegno fisico: 3- 4
Impegno tecnico: 2


leggi programma dettagliato


[ letto 858 volte ]

Trekking dell'Everest e salita a Island Peak (6189m)
Inserita da Viaggi

Trekking dell’ Everest e Island Peak (6189 m)
Un classico e collaudato itinerario verso la “madre di tutte le montagne”.

Si tratta di un viaggio in uno dei più affascinanti luoghi d'oriente tra le montagne più alte del pianeta. Nella valle del Khumbu abita il popolo Sherpa, i fieri montanari d'origine tibetana che conducono un'esistenza che insegna come a volte il nostro “benessere” non sia proprio tale.
Il viaggio presenta un trekking ed una salita alpinistica all'Island Peak di 6189 m. facoltativa. Si potrà decidere se salire la cima in questione al momento in quanto la cosa richiede due giorni, di cui uno solo di salita vera e propria dal campo avanzato. Al campo alto possono accedere tutti i trekkers senza attrezzatura alpinistica. Nel giorno in cui gli alpinisti saliranno alla cima, i trekkers potranno fare un'escursione guidata ai piedi della parete sud del Lhotse (sul Chukung Peak) o in altro luogo da decidersi.
Solo chi non intende assolutamente salire l'Island Peak potrà non portare quanto specificato alla voce: “Attrezzatura alpinistica”, mentre tutti gli altri dovranno avere anche quest'ultima con sé.

Durata: 20 gg
Periodo: Aprile-Maggio; Ottobre - Novembre
una partenza fissata il 3-10-09
Costo: € 2990 , gruppo min. 8 persone prezzo orientativo




Impegno viaggio ***/ impegno Island Peak ***



leggi il programma dettagliato


[ letto 2443 volte ]

Kilimangiaro 5895m
Inserita da Viaggi





Tanzania - Kilimanjaro 5895m - Machame route

Il KIBO o Kilimanjaro, la vetta più alta del continente nero, domina dall'alto dei suoi 5895 m, foreste e deserti di Tanzania e Kenia.
La salita consente un variegato e suggestivo mutamento di condizioni ambientali. Dapprima si attraversa la foresta e la savana, per raggiungere l'ampio pianoro vulcanico della Sella dei Venti, si passa quindi a paesaggi alpini fino ad arrivare alla neve sul cratere sommitale.
In poche altre zone del mondo si ha una così grande concentrazione di situazioni climatiche ed ambientali.
La “Machame route” è una delle vie più belle e meno frequentate della grande montagna. Non ci sono rifugi e per questo i pernottamenti durate la scalata sono previsti in tenda tipo igloo a due posti.
La salita alla montagna non presenta difficoltà tecniche, ma la lunghezza e la quota richiedono una buona acclimatazione e buona resistenza alla fatica
Durata: da 10 a 14 gg.
Periodo: 14-23 gennaio 2012
Costo: prezzo 2990 Euro a persona, minimo 8 persone.


Impegno viaggio: ***/****


leggi programma dettagliato




report del viaggio del 2010 sul kilimanjaro per la machame route


[ letto 1808 volte ]

fonte XML
Sponsor



Prossimi eventi

Links

 

designed by REDpills.IT