Nepal
AGENZIA MAGICAL NEPAL - KATMANDU propone
NEPAL
Viaggio nelle vette piu’ alte del mondo
Trekking attorno al Manaslu Himal (8163 m)
Descrizione
Il trekking intorno al Manaslu, che si snoda lungo una regione fino a pochi anni fa proibita agli occidentali. è definito da molti il più bello del Nepal. L’itinerario è lo stesso percorso dagli alpinisti sin dai primi tentativi di salita al Manaslu, uno dei più affascinanti ottomila della terra. La suggestione di questo percorso sta nella varietà di culture che s'incontrano, un mosaico di popolazioni che l’isolamento ha preservato da influenze occidentali. A Larkya, ai confini con il Tibet, la gente ha più dimestichezza con i mercati cinesi che con Kathmandu e ancor oggi sin incontrano carovane che attraversano gli alti passi verso il Tibet per commerciare.

L’incredibile varietà culturale della regione, che affascinò l’esploratore Gansser negli anni ’50, è tuttora intatta e il fatto che l’area sia tuttora protetta, con accesso limitato ad un numero ben preciso di escursionisti per anno, ne preserva l’integrità. Un trekking all’antica, dunque, per chi vuol vedere o rivedere il Nepal di un tempo. Il trekking attorno al Manaslu Himal (8163 m) è un percorso di medio impegno, senza particolari difficoltà tecniche. Il percorso offre stupendi panorami sulle montagne circostanti: il Ganesh Himal 1 (7406 m), Himal Chuli ( 7893 m), la doppia vetta del Manaslu ( 8163 m) , il Larkya Peak ed altre innumerevoli vette perennemente innevate. Attraversando vallate, villaggi ed alpeggi, si giunge ai pascoli alti ai piedi del passo Larkya La (5153 m) da cui si gode un panorama mozzafiato verso il Tibet, oltre i massicci del Manaslu e dell’ Annapurna .

Superato il passo inizia la discesa, attraversando boschi si raggiunge il primo insediamento di Bhimthang che si trova nella valle attraversata dal fiume Marsyangdi e lungo lo stesso scendiamo fino a Chyamè per rientrare a Katmandu.

L’arrivo in Nepal è previsto a Katmandu, dove ci fermeremo 2 giorni per ambientarci e visitare la città. Da qui partirà il nostro percorso di trasferimento via terra con mezzi privati lungo la Valle del Trishuli fino a Gorkha , per raggiungere Soti Khola dove inizieremo il trekking vero e proprio. Il percorso segue tutta la Valle del fiume Buri Gandaki, attraversando villaggi tibetani, passando dalla bassa all’alta valle fino ai ai piedi del Manaslu (8163 m), da qui pochi Km ci separano dall’altipiano del Tibet.

Programma in sintesi:

  • Giorno 1
    Arrivo a Katmandu
  • Giorno 2
    Katmandu- giornata libera per visitare la città
  • Giorno 3
    Trasferimento Katmandu a Soti Khola
    Altitudine: 700 m- Ore di cammino: 10
  • Giorno 4
    Soti Khola a Maccha Khola inizio trek
    Altitudine: 930 m- Ore di cammino: 6
  • Giorno 5
    Maccha Khola a Jagat
    Altitudine: 1340 m- Ore di cammino: 7
  • Giorno 6
    Jagat a Deng
    Altitudine: 1860 m - Ore di cammino: 7
  • Giorno 7
    Deng a Namrung
    Altitudine: 2630 m- Ore di cammino: 7
  • Giorno 8
    Namrung a Lho
    Altitudine: 3957 m - Ore di cammino: 4
  • Giorno 9
    Lho a Sama Gaun
    Altitudine: 3530 m - Ore di cammino: 4
  • Giorno 10
    Giorno di acclimatamento od escursione al campo base Manaslu
    Altitudine: 4900 m - Ore di cammino: 7 ore a/r
  • Giorno 11
    Sama Gaun a Samdo
    Altitudine: 3865 m- Ore di cammino: 4
  • Giorno 12
    Giorno di acclimatamento od escursione verso il confine con il Tibet
    Altitudine: 5100 m- Ore di cammino: 8 ore a/r
  • Giorno 13
    Samdo a Dharmasala
    Altitudine: 4460 m- Ore di cammino: 4
  • Giorno 14
    Dharmasala / Bimthang / Passo Lhargyal La
    Altitudine: 3590 m / 5235 m- Ore di cammino: 8/9 ore
  • Giorno 15
    Bimthang a Tilije
    Altitudine: 2300 m- Ore di cammino: 6
  • Giorno 16
    Tilije a Tal
    Altitudine: 1669 m- Ore di cammino: 4
  • Giorno 17
    Trasferimento da Tal a Kathmandu
    Altitudine: 760 m- Ore di cammino: 9
  • Giorno 18
    Katmandu – riposo, giornata libera
  • Giorno 19
    Katmandu – giornata libera
  • Giorno 20
    Rientro in Italia

NOTA
Il programma puo’ subire variazioni indipendentemente da l’organizzatore e guida, perché legati alle condizioni meteo o altri fattori politici del paese.

Livello tecnico/fisico richiesto
Trekking medio-impegnativo, adatto a tutti coloro che abbiano spirito di adattamento e amore per l’escursionismo e la montagna. E’ richiesto un buon livello di allenamento, le camminate effettive giornaliere hanno una durata media indicativa di 5/7 ore con 1 tappa di 8/9 ore, considerando il passo di un camminatore di livello medio. Si tratta solitamente di spostarsi lungo dei sentieri spesso molto scenografici e ben battuti, senza difficoltà tecniche o alpinistiche.

Pasti e bevande
Nel soggiorno in città è inclusa solo la prima colazione per il semplice motivo che oggi giorno la scelta di mangiare al di fuori degli alberghi è varia.
Durante le giornate di cammino i pasti sono preparati con prodotti locali. Colazione di tipo occidentale seguono un pasto a metà giornata e una cena calda.
Le bevande al di fuori del the e caffè, non sono comprese (acqua minerale, bibite ed alcoolici).

TRASPORTO BAGAGLI DURANTE IL TREKKING

  • Durante il trekking il bagaglio personale, per il quale forniamo un sacco apposito, viene trasportato da portatori. Ogni partecipante può dare al massimo 10 kg. di bagaglio da trasportare.
  • Ogni partecipante potrà così portare con se solo uno zainetto personale con il necessario per la giornata, con borracce, foto/videocamera, maglia, giacca, libri, documenti personali, medicinali di prima necessità, occhiali e ricambio vestiti. L'accesso al bagaglio principale è garantito a fine giornata una volta raggiunta la meta del giorno.
Prima del trekking è possibile lasciare del bagaglio in hotel, che potrete recuperare al vostro rientro.

Programma dettagliato:

  • Giorno 1 - Arrivo a Katmandu
    Ritrovo da stabilire e partenza per l’aeroporto di riferimento (Roma o Milano).
    Arrivo e svolgimento formalità. Trasferimento nella sistemazione prevista.
    Pernottamento in hotel con colazione
    Pasti liberi.

  • Giorno 2 - Visita a Katmandu
    Prima colazione. Giornata libera nel centro storico della città, interessante la visita alla piazza Durbar, il tempio di Swoyambhunath, e la visita al Tempio di Passhupatinath o altri luoghi di interesse. Pranzo e cena liberi.

  • Giorno 3 - Katmandu – Sati Khola (710 m) 10 ore di vettura
    Dopo colazione, trasferimento in auto per Gorka lungo la Kathmandu - Pokhara Highway, intitolata al re Prithvi, il sovrano che unificò il Nepal. La strada lascia la valle di Kathmandu e si snoda attraverso le alte colline scolpite dalle risaie a terrazza. Gorkha è una cittadina che fu un tempo, l’antica capitale di un piccolo regno locale. Si arriva a Khanchow nella valle del Budhi Gandaki. arrivando a Sati Khola dove si pernotta in modesto lodge. Pranzo in corso di trasferimento, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 4 - Sati Khola - Machhi Khola (900 m) 6 ore di cammino
    Colazione e partenza per il sentiero che prosegue lungo il fiume, attraversando verdi terrazze fittamente coltivate passando attraverso due cascate subtropicali prima di entrare nel villaggio di Gurung. L’area è abitata da popolazioni contadine, i Gorka e Gurung, che hanno ricavato terrazze e aree seminative con un lavoro tecnico di architettura. Attraverso u ponte sospeso si giunge a Machhi Khola. Il clima è caldo-umido e quindi è consigliato anticipare alle prime ore del mattino la partenza. Pranzo in corso di escursione, cena e Pernottamento in lodge.

  • Giorno 5 - Machhi Kola - Jagat (1.250 m) 7 ore di cammino
    Colazione in lodge e inizio della cammina sempre a basse quote lungo un sentiero stretto dove troveremo delle sorgenti di acqua calda. A Tatopani un ponte sospeso sul Budhi Gandaki, porta sull’altro lato del fiume che si segue sino a Lauri dove un’ulteriore ponte porta a Jagat. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 6 - Jagat - Deng (1.920 m) 7 ore di cammino
    Colazione e inizio camminata per il sentiero che scende verso il fiume, la valle si restringe incontrando le prime testimonianze della cultura buddista con le classiche pietre “Mani”. Il clima e la cultura cambiano decisamente volto, il Nepal subtropicale rimane dietro le spalle ci inoltriamo verso gli alpeggi ed iniziamo a vedere le montagne dell’Himalaya tra le quali spicca il settemila Shringi Hinmal. Il territorio è abitato da gente di etnia Gurung, coltivatori, buddisti con una forte impronta tibetana. Sono tra i migliori portatori in Nepal sia per la conoscenza della montagna che per la loro forza. Il sentiero passa attraverso foreste di bambù prima che raggiunga Deng. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 7 - Deng - Namrung (2.660 m) 7 ore di cammino
    Colazione e inizio camminata …..si sale, calpestando le piste degli antichi mercanti che utilizzavano questo percorso per entrare nell’arido altipiano tibetano, avvicinandoci al confine, l’influenza del buddismo si fa più importante e lo testimoniano i sempre più numerosi gompa e muri di preghiera (muri mani) nei pressi dei villaggi. Il sentiero è un lungo saliscendi dapprima attraverso campi coltivati ad orzo e poi lasciati a pascolo per gli yak, attraversando più volte il fiume. A Namrung, si può visitare il bel convento che contiene statue e dipinti buddisti. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 8 - Namrung- Lho (3.180 m) 4 ore di cammino
    Colazione ed inizio camminata . Il sentiero lascia il letto del fiume e sale per circa 500 m fino ai pascoli verdi che circondano Lho. Attraversando alcuni villaggi ed i loro monasteri, incominciamo a scorgere le prime vette innevate. Il monastero ed i muri a secco di Lho sono dominati dalla parete nord del Manaslu con i suoi grandi ghiacciai. La catena del Manaslu ci appare in tutta la sua imponenza insieme ad altre montagne, oltre i settemila metri, come il Ngadi Chuli, l’Himal Chuli e il North Peak 29. Il territorio ha ormai caratteristiche d’alta quota, il Tibet è solo a pochi chilometri da noi. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 9 - Lho - Sama Gompa (3.530 m) 4 ore di cammino
    Colazione ed inizio camminata .Il sentiero in costante salita permette di ammirare le vette dell’Himalaya giungendo fino a Sama. Da Sama si raggiunge, con poche ore di cammino, Il campo base del Manaslu. Il villaggio dispone di migliaia di pietra mani con testi buddisti e foto incise su di loro. Avremo la possibilità di esplorare e conoscere la cultura Sherpa ed il loro stile di vita. Su una piccola collina nei pressi del villaggio Sama vi è un vecchio Gompa (Pungyen Gompa), un monastero con una splendida vista sul ghiacciaio. Il villaggio è una tappa per gli alpinisti dopo aver salito la montagna. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 10 - Giorno di riposo e di acclimatamento/ escursioni.
    Colazione ed inizio camminata. Giornata di acclimatamento, giorno di relax per visitare il monastero Pema Chyoling Lakhang, oppure un’escursione per il Pung Gyen Gompa (3870 m, 5-6 h a/r di cammino) dove si trovano delle fonti calde. E’possibile anche fare un escursione impegnativa fino al Campo Base del Manaslu (4900 m 6-7 ore di cammino a/r).Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 11 - Sama Gompa - Samdo (3.780 m) 4 ore di cammino
    Colazione ed inizio camminata. La tappa prosegue su un sentiero pianeggiante, non è lunga ma è resa faticosa dall’altezza e dal dislivello. Sempre accompagnati dalla bellissima vista sul versante nord del Manaslu si incrocia il percorso che va verso il Tibet. Nel villaggio si trovano piccoli bazar dove è possibile trovare materiali e vitto cinese lasciato dai contrabbandieri o dai pellegrini che periodicamente arrivano e proseguono verso Kathmandu. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 12 - Samdo (3.780 m) – Confine con il Tibet (5100 m) 8 ore di cammino a/r
    Colazione ed inizio camminata. Passeremo la giornata in Samdo per l'acclimatazione, esplorare il villaggio il quale è un passaggio commerciale verso il Tibet. Facoltà di poter fare un’escursione fino ai confine del Tibet. Se avremo fortuna potremo incontrare alcuni bellissimi uccelli di montagna come il Lophophorus (l'uccello nazionale del Nepal), Gipeto e dell'Himalaya ed il Grifone. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 13 - Samdo - Larkye Phedi (Dharamsala(4.460 m) 4 ore di cammino
    Colazione ed inizio camminata. Il percorso porta in un territorio sempre più selvaggio e severo ai piedi del Larkya La. Paesaggio circondato da morene e ghiacciai, terreno prediletto dei leopardi delle nevi e lungo i pascoli si trovano le pecore azzurre dell’Himalaya. Si prosegue salendo verso il passo con ambienti via via sempre più severi La passeggiata è breve e piacevole.è'utile per l'acclimatazione. Pernottamento in lodge semplici. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 14 - Larkya La (5.213 m) - Bimtang (3.850 m) 8/9 h di cammino
    Sveglia all’alba per la tappa più importante ed impegnativa per durata ed altitudine. Colazione ed inizio giotnata. Sicuramente questo è il passaggio chiave più delicato e spettacolare del trekking. Si parte in un saliscendi fra i 4800 m e 5200 m prima di raggiungere il passo. In tre o quattro ore si giunge al culmine del Larkya La (5235 m), da dove si ha una visione tra le più spettacolari dell’Himalaya. Da qui è possibile ammirare una serie di vette alte più di settemila metri che si perdono nell’altipiano tibetano. Lasciato il nevaio e lanciato un ultimo sguardo al massiccio del Manaslu si ridiscende per morena fino a Bimtang. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 15 - Bimtang- Tilje (2.450 m) 6 ore di cammino
    Colazione ed inizio camminata. Il percorso è lungo ma tutto in discesa. Si attraversano belle foreste di rododentri seguendo il Dhud Khola, con scorci sul Manaslu e sul Masiri ed il Phungi. Il paesaggio diventa più verde, ricompaiono i pascoli e nei pressi di Bimthang ci s'inoltra in una vegetazione più fitta. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 16 - Tilje – Tal 4 ore di cammino
    Colazione ed inizio camminata. Scendendo la valle si raggiunge nei pressi di Dharapani (1963 m) il classico percorso del trekking dell’Annapurna Trek. La valle del Marsyangdi Khola offre alcune belle viste sul vicino Lamjung Himal (6900 m) sul Ngadi Chuli Peak (7829 m) e Himalchuli passando Kharte (Koto) fino a Tal. Pranzo in corso di escursione, cena e pernottamento in lodge.

  • Giorno 17 - Tal- Katmandu
    Colazione ed inizio escursione in jeep o altro mezzo equiparato. Il viaggio ha una durata di circa 8/9 ore, in corso del rientro pranzo al sacco. Arrivo in albergo a Katmandu.
    Cena libera. Pernottamento.

  • Giorno 18 - Katmandu
    Giorno di riposo, libero il pranzo e la cena. Pernottamento in albergo.

  • Giorno 19 - Katmandu
    Giorno di riposo, libero il pranzo e la cena. Pernottamento in albergo.

  • Giorno 20 - Katmandu- Italia
    Colazione e partenza in tempo utile per trasferimento all’aeroporto e rientro in Italia nel pomeriggio o sera. Fine nostri servizi.

SISTEMAZIONI PREVISTE
Le sistemazioni negli alberghi a Katmandu si intendono di base sempre in camere doppie con colazione inclusa. I pasti sono liberi. Le sistemazioni lungo il trekking è nei lodges con camere doppie sono incluse colazione e cena.

  • Katmandu: hotel categoria 3 stelle
  • Trekking: lodges semplici di gestione famigliare

ATTREZZATURA PER IL TREKKING
Scarponi comodi adatti a un trekking, pantaloni da trekking lunghi o quelli con cerniera che si possono fare più corti, calzamaglia, 2 T-shirt se possibile traspiranti in polipropilene, 1 pile leggero ed 1 medio o più pesante (sistema a cipolla), giacca goretex, piumino leggero, cappello pile e cappello cotone, guanti, calze da trekking antisudore traspiranti, , ricambi indumenti personali, thermos o borraccia, occhiali sole, crema protettiva, bastoncini telescopici da trekking, medicinali personali, kit per la pulizia: asciugamano, saponetta, dentifricio, spazzolino, … , pila frontale con batterie di riserva, , sacco a pelo, , zaino da trekking di circa 20/30 litri ,optional: fotocamera, binocolo,.. consigliato uno coprizaino antipioggia.

NOTE GENERALI TREKKING
Il trekking è studiato per godersi il cammino, non prevede difficoltà alpinistiche o conoscenza di alta montagna. Camminare lungo i sentieri, effettuare trasferimenti su polverose piste sterrate, dormire in alberghetti semplici e spartani, non sono esperienze di tutti i giorni ma rappresentano situazioni che sicuramente ognuno può affrontare e vivere con serena tranquillità. È sufficiente una buona condizione fisica, quindi un minimo di allenamento prima, come escursioni con salite e discese aiuta ad avere una maggiore preparazione. Un equipaggiamento adeguato, spirito di adattamento e collaborazione, il resto viene da sé: il piacere di osservare spettacolari paesaggi al ritmo del proprio passo, esplorare la natura, assaporare il silenzio della solitudine. Le ore delle tappe giornaliere indicate, sono calcolate su un passo medio, considerando le soste per fotografare, e le pause per il pranzo ed il the che verranno stabilite con la guida.
Durante il trek si dovrà avere solo con se uno zainetto dove riporre la borraccia, occhiali, documenti personali, ricambi ed altro ritenuto utile da avere con se.
La sveglia è di solito verso le 6,30/ 7,00, si prepara il bagaglio prima della colazione in modo da permettere ai portatori di organizzare il trasporto. La mattina si cammina mediamente per 3-4 ore e dopo pranzo per 2- 3 ore. L’accesso al bagaglio principale è garantito a fine giornata quindi non si deve mettere nulla che possa servire durante la giornata.

Altitudine in viaggio
Viene consigliato di consultare il proprio medico di base per un eventuale terapia che possa aiutare a superare i sintomi del mal di montagna causato dall’altitudine e migliorare l’acclimatamento.

Pasti e bevande
Lungo il trek si ha una scelta di piatti prevalentemente vegetariani: pasta, riso, patate, uova, pane, minestre, verdure fresche ed anche alcuni dolci di mele e frittelle. Si consiglia cautela verso i piatti di carne ed i latticini per la poca igiene e la difficoltà di conservazione.
Tipico il piatto nepalese il Dhal Bhat a base di riso, lenticchie e verdure.
Si consiglia vivamente di non bere acqua dalle sorgenti o dalle fonti. L’acqua minerale non gassata in bottiglia si trova in tutte le località attraversate come naturalmente il tè ed il caffè. I lodges provvedono a servire acqua potabile (bollita o filtrata) a pagamento.

Pernottamenti
Gli Hotel in città sono semplici e puliti con bagno in camera. I Lodges, costruiti solitamente di pietra e legno, sono a gestione famigliare. Hanno un buon livello di pulizia sono dotati di camere doppie, è necessario portare il sacco a pelo. Di solito non esiste riscaldamento centralizzato ma solo nella sala da pranzo. Il bagno è in comune, le docce con acqua calda sono a pagamento, non vengono forniti gli asciugamani. E’ necessario un buon spirito d’adattamento perché sono abitazioni semplici e spartane.

DOCUMENTI
Per entrare in Nepal è sufficiente:

  • il passaporto con validità superiore al periodo di permanenza.
  • Visto d’ingresso per viaggi turistici che può essere richiesto presso il Consolato Onorario del Nepal a Roma o all’arrivo presso il Tribhuvan International Airport di Katmandu, il costo è di 35 euro.
  • Per entrare in Nepal non sono richieste vaccinazioni.
  • 3 foto tessere
  • una fotocopia del passaporto in caso di smarrimento.

INFO UTILI

  • La lingua ufficiale è il nepalese ma è molto diffuso l’inglese che viene insegnato nelle scuole.
  • La moneta è la Rupia nepalese (NPR). Il tasso di cambio attuale si attesta a1 euro = 122 NPR; 1000 rupie = 8,20 euro. Il cambio si fa direttamente all’arrivo. Nei villaggi è bene avere banconote NPRS o piccole monete di piccolo taglio, per evitare problemi con i resti.
  • Telefono. Per chiamare un numero In Nepal bisogna comporre prima il prefisso internazionale 00977, seguito dal prefisso della città (1 per Katmandu). La rete telefonica nepalese, sia la telefonia fissa sia quella mobile, è piuttosto sviluppata ed affidabile. La copertura della rete mobile è buona in gran parte del Paese, tranne nelle aree montuose.

VIAGGIO INTERCONTINENTALE AEREO
Nella quota non è stato calcolato il costo del biglietto aereo in quanto dipende dal numero di persone che formano il gruppo. Vengono offerte riduzioni a partire da un numero minimo di 10 persone. Dall’Italia al Nepal non ci sono collegamenti diretti, si tratterà di fare uno scalo intermedio a seconda della compagnia aerea di cui ci serviremo. In linea di massima il costo del viaggio di andata e ritorno si aggira dagli 800,00 ai 900,00 euro.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE (*)

  • La quota si riferisce ad un minimo di 5 persone - Euro 1800 (*)
  • Nel caso il numero raggiunga 7 persone il prezzo varia a Euro1.550
(*) come riportato sul programma escluso il volo e tasse, che si aggirano sui 800/900 euro.
(*)la quota puo’ subire variazioni nel caso non si raggiunta il numero minimo di 5 persone

La conferma deve essere comunicata entro il 1 giugno 2018, per avere la tariffa aerea come riportato sopra.

Pagamenti

  • Acconto confermativo pari al 30% del totale euro 500,00 entro il 1 giugno 2018.
  • Entro il 10 luglio l’intera quota volo: alla conferma dello stesso verrà fornito operativo di viaggio e date precise di andata e ritorno, comprese nell’intervallo fornito.
  • Saldo: entro il 15 settembre 2018.
  • Nel caso non dovessimo raggiungere il numero minimo di 5 persone, il prezzo può subire variazioni, valutando insieme l ‘ eventuale maggiorazione di costo.
  • Qualora il viaggio non potesse essere realizzato, per mancanza minimo di persone, le quote versate verranno restituite interamente.
  • L'abituale politica di cancellazione prevede le seguenti penalità:
    • da 45 a 21 gg prima dell'arrivo o dello svolgimento: penale del 30%
    • da 20 a 10 gg prima dell'arrivo o dello svolgimento: penale del 50%
    • da 09 a 3 gg prima dell'arrivo o dello svolgimento: penale del 70%
    • da 03 a 0 gg prima dell'arrivo o dello svolgimento: penale del penale del 100%
Ci riserviamo di comunicare variazioni o modifiche di quanto indicato, anche in base alle esigenze e specifiche da parte dei nostri fornitori.

La quota comprende

  • Trasferimenti all’interno del Nepal con mezzi privati come indicato nell’itinerario dettagliato
  • Pernottamenti in hotel a Kathmandu, camera doppia.
  • Pernottamenti in lodges semplici durante il trekking, sistemazione in camera doppia
  • Pasti come indicato nell’itinerario dettagliato
  • Guida locale certificata parlante inglese per il tour Manaslu trek
  • Sacca per il bagaglio durante il tour trekking
  • Trasporto bagaglio personale durante il trek con portatori fino a 10 kg
  • Vitto, trasferimenti, per lo staff accompagnante
  • Permesso TIMS (aree protette) per il trekking
  • Permesso speciale di accesso all'area ristretta del Manaslu
  • Assicurazione trasporto con elicottero fino ad un massimo di 10.000 euro a persona.
  • Assicurazione RC per responsabilità della Guida Alpina
  • Iva di legge

La quota NON comprende

  • Voli intercontinentali Italia - Kathmandu / Katmandu-Italia
  • Assicurazione di Viaggio (facoltativa, consigliata)
  • Assicurazione personale infortuni
  • Visto d’ingresso in Nepal (circa 35 euro, ottenibile all’arrivo in aeroporto a Kathmandu o in Italia)
  • Pasti non indicati nell’itinerario dettagliato
  • Tutte le bevande, eccetto te e caffe per le colazioni incluse
  • Servizi extra dovuti a causa di forza maggiore
  • Visite, ingressi, servizi e/o attività facoltative
  • Mance, telefonate, ed extra di carattere personale
  • Sacco a pelo ed equipaggiamento personale per il trekking
  • Medicinali
  • Facchinaggio
  • Extra personali nei lodge (doccia a pagamento, asciugamano non disponibile, prevederlo nel bagaglio)
  • Costi per evacuazione per qualsiasi emergenza.
Tutto quanto non compreso nella voce “La quota comprende”.


Prima della partenza sarà effettuata una presentazione e incontro con la guida per maggiori dettagli di questa bellissima esperienza che si chiama “Viaggio nelle vette del Nepal”

Email: mountainevolution@gmail.com
Telefono: +39 3477661126

Dettagli