Mera Peak 6476 m & Amphu Labsta

Il Mera è uno dei più alti trekking peaks nepalesi e, per salirlo lungo la via normale, richiede solo la capacità di camminare con ramponi e picozza, a parte un buono stato di forma e allenamento. La sua vetta inoltre è uno dei migliori balconi panoramici himalayani, da qui lo sguardo scorre su Everest, Lhotse, Nuptse, Manaslu, Cho Oyu, Makalu e Kangchenjunga.
Molti offrono l’ascensione del Mera, ma spesso ritornano a Lukla per la stessa via dell’andata. Noi vi offriamo un trekking circolare che ritorna nel Khumbu attraverso l’Amphu Labsta (5800 m) compiendo così un percorso integrale che esplora anche i fantastici e remoti scenari della selvaggia valle dell’Hongu.
Il trek ha inizio a Lukla, noto punto di partenza dei classici itinerari della zona dell’Everest ma subito se ne allontana per attraversare il primo dei passi che ci aspettano, lo Zatrawa La (4600 m ca.). Questo dà accesso alla valle dell’Hinku e apre la via al Mera. A una giornata pesante ne seguono alcune più leggere e gradevoli in cui dal fondovalle boscoso si sale a Tagnag. Circondato da Peak 43, Kusum Kanguru e Mera Peak, Tagnag è un piccolo insediamento stagionale per il pascolo degli yak situato in una posizione impressionante.
Da qui ha inizio la salita al Mera La (5000 m ca.) il passo che bisogna attraversare per raggiungere la valle dell’Hongu e il campo base del Mera.
Dopo aver affrontato l’ascensione al Mera il trekking continua entrando in un’area sempre più remota man mano che ci si inoltra lungo la valle dell’Hongu. Cime come il Lhotse, il Chamlang e il Baruntse dominano la scena, inoltre si hanno scorci insoliti sull’Ama Dablam visto attraverso il varco del Mingbo La.
All’estremità della valle l’Amphu Labsta, l’ultimo dei passi da affrontare, fornisce una non banale via di accesso alla valle del Khumbu. Traversatolo e scesi ai piedi dell’Island Peak si raggiunge Chukung i suoi accoglienti lodge. Da qui in tre giorni di piacevole trek si arriva a Lukla passando per il Monastero di Tyangboche e Namche Bazaar, la Cortina del Khumbu.
Pur non ponendo problemi tecnici di alto livello, questo trekking è impegnativo per la lunghezza di alcune tappe, per La quota affrontate e il superamento dell’Amphu Labsta può rivelarsi laborioso (calate su corda) e problematico in caso di maltempo. Da consigliare a trekkers con precedenti esperienze d’alta quota e ascensioni classiche ai 4000 alpini. L’esperienza alpinistica non è un prerequisito ma la capacità di tenere i nervi a posto in momenti di difficoltà è essenziale.

Durata : 24gg
Periodo : 26/09/2017
Altitudine :2600m -6500m
Alloggi: Lodge/Hotel/Tenda
Quota:3920€ iscrizione 100€
Le quote comprendono
Guida alpina UIAGM; A Kathmandu transfer aeroporto/albergo e v/v, notti come da programma in hotel (***) in camera doppia con prima colazione. Voli interni e/o trasporti con mezzi privati (secondo programma). In trekking: permessi e tasse di ingresso Parchi e/o aree limitate, guida sherpa in lingua inglese, sherpa d’alta quota, portatori, pernottamenti in lodge o in tenda con cucina al seguito (secondo programma), pensione completa escluse bevande. Cena a fine trekking a Kathmandu in ristorante tipico.
Quota iscrizione
Assicurazione medica (vedi estrapolato garanzie assicurative), spedizione a domicilio documenti e set da viaggio.
Le quote non comprendono
Tasse aeroportuali, eventuale sistemazione singola, tasse aeroportuali, extra, pranzi e cene nei giorni di permanenza a Katmandu, visto d’ingresso in Nepal, tasse d’imbarco a Kathmandu, assicurazioni facoltative. Tutto quello non menzionato in “La quota comprende”.

INFO:
www.mountainevolution.com
mail:mountainevolution@gmail.com
phone:+39 3477661126

PROGRAMMA

Questa scaletta giorno per giorno va considerata solo come una linea guida. Una varietà di fattori associate al viaggiare in regioni di alta montagna possono costringere a modificarlo. Queste possono includere avverse condizioni atmosferiche, frane, festività locali, veicoli in panne e così via. Qualora la guida ritenga necessarie modifiche al programma le metterà in atto dopo essersi consultato con i membri del gruppo.
Per ogni richiesta di modifica (sia aggiungendo servizi che togliendo servizi) rispetto al programma pubblicato verranno addebitate al cliente 170€ per variazione del viaggio.

1° giorno – Partenza dall’Italia
2° giorno – Arrivo a Kathmandu Trasferimento in hotel
Sistemazione: Hotel*** B
3° giorno – Kathmandu Turismo
Sistemazione: Hotel*** B
4° giorno
Trasferimento privato albergo/aeroporto – volo Kathmandu – Lukla (2800 m) – 40 min.. Un volo e un atterraggio di sicura emozione! Contatto con i portatori e inizio del trekking. Dopo pranzo iniziamo il trek verso lo Zatrawa La. Campo sui bei prati di Chutanga
Sistemazione: Campo FB
5° giorno – Giornata di acclimatazione
prima di affrontare il passo. Una breve escursione fino ai 4000 m.
Sistemazione: Campo F
6° giorno
Attraversamento dello Zatrawa La (4600 m). Ci vogliono circa tre ore per raggiungerlo. Da qui il panorama comprende il Kwangde Ri (6,187 m) ed il Cho Oyu più lontano. Discesa a Tuli Kharka (anche nota come Chetara) dove si fa campo
Sistemazione: Campo FB
7° giorno
Seguendo un piacevole e tortuoso sentiero a mezza costa in mezzo alla foresta si arriva al fondovalle dopo aver superato un punto scabroso originato da una frana recente. Il campo, a Gote, si raggiunge seguendo ancora un po’ il fiume – pernottamento in tenda
Sistemazione: Campo F
8° giorno
Inoltrandoci nella valle ci sono begli scorci sul Mera ma gli scenari più belli si hanno più a nord con l’impressionante pilastro del Peak 43. Il campo a Tagnag si raggiunge costeggiando il fiume lungo un ben marcato sentiero
Sistemazione: Campo FB
9° giorno – Giornata di acclimatazione
Sistemazione: Campo F
10° giorno
Una breve giornata. Si risalgono le morene sopra Tagnang per raggiungere Dig Kharka (4700 m) Ancora spettacolari vedute sul Peak 47 ed il lago glaciale di Sabal Tsho. Il campo è posizionato sotto l’impressionante parete Nord del Mera
Sistemazione: Campo FB
11° giorno – Manang
Un’altra tappa breve per raggiungere Khare (5,099 m), appena sotto il Mera Glacier. Nel pomeriggio una ricognizione ai piedi del ghiacciaio dove lasceremo anche un deposito materiali (scarponi, piccozze, corde)
Sistemazione: Campo F
12° giorno
Raggiunto il nostro deposito attraversiamo l’innevato ma facile Mera La. Una discesa su terreno roccioso porta al campo base su un piatto e sabbioso ripiano con vedute ravvicinate sul Mera
Sistemazione: Campo FB
13° giorno
Si ritorna sul Mera Glacier per piazzare un campo alto a circa 5800 metri. I portatori trasporteranno il materiale da campo e una parte del personale di cucina resterà con noi per organizzare i pasti. Il campo è su neve in posizione superba con l’orizzonte disegnato da Everest, Lhotse, Nuptse e Makalu
Sistemazione: Campo F
14° giorno – Ascensione del Mera
Partenza alle 2 am alla luce delle frontali. Avremo bisogno di legarci e di usare ramponi e piccozze. Il percorso non presenta difficoltà ma può esser crepacciato. Prevedere 6/7 ore per raggiungere la vetta. Tornati a campo alto si scende con l’aiuto dei portatori al campo sul versante Est della montagna nella valle Hongu dall’altro lato del passo
Sistemazione: Campo FB
15° giorno
Una tappa breve a compensazione della durezza della salita al Mera. Si scende a nella Valle dell’Hongu seguendola per un tratto verso Nord per fare campo in vista della parete Sud del Lothse
Sistemazione: Campo F
16° giorno
Una delle più belle giornate del trekking. Progredendo verso l’Amphu Labsta lo scenario si fa sempre più notevole, tra i più selvaggi del Nepal, tra laghi glaciali e morene. Superati i Panch Pokari (Cinque laghi) si fa campo sulle rive dell’ultimo ai piedi del torreggiante Baruntse
Sistemazione: Campo FB
17° giorno
Ci si alza presto (circa alle 4am). Con picca e ramponi attraverso fantastiche formazioni di ghiaccio in un paio d’ore si raggiunge il colle. La Sud del Lothse domina completamente la vista. Dovremo aiutare i portatori a svalicare il colle mettendo corde fisse e calandoli in discesa. Scesi sull’altro versante il terreno diventa facile ma la strada è ancora lunga prima di arrivare a Chukung.
Sistemazione: Lodge FB
18° giorno – Giornata di riposo o di riserva.
Sistemazione: Lodge FB
19° giorno
Ora siamo nell’area del Khumbu sui percorsi classici. Un comodo sentiero, assai frequentato ci porta prima a Dingboche, poi a Pangboche e infine a Tyangboche sede del più importante monastero della zona. Da qui si godono alcune delle più belle vedute sull’Ama Dablam.
Sistemazione: Lodge FB
20° giorno
Si scende ancora fino a Namche Bazaar che si dovrebbe raggiungere intorno all’ora di pranzo. Un meritato relax, birre, dolciumi, souvenir e volendo anche un biliardo!
Sistemazione: Lodge FB
21° giorno
L’ultima sgambata (lunga!) per arrivare a Lukla
Sistemazione: Lodge FB
22° giorno – Volo Lukla – Kathmandu
trasferimento privato aeroporto/albergo e sistemazione in hotel
Sistemazione: Hotel*** B
23° giorno – Kathmandu Turismo
Sistemazione: Hotel*** B
24° giorno – Partenza per l’Italia
BB = Bed & Breakfast FB = Pensione completa

Viaggio in collaborazione con
Agenzia viaggi di Dolma Tours Sas