Ciaspolate (escursionismo invernale)

Camminare con le racchette è la prosecuzione dell’escursionismo estivo. Su percorsi facili le racchette da neve non richiedono una conoscenza tecnica particolare e sono alla portata di tutti.

3 gg ciaspole 6-7-8- Genn. 2017
A Scanno con le ciaspole!
Una traversata di tre giorni partendo dalla zona sciistica dell’Aremogna ed inoltrandosi nel Parco Nazionale d’Abruzzo fino a Passo Godi e da li a Scanno per ritornare, sempre in ciaspole, al Piano delle 5 Miglia. Un tour in una delle aree meno conosciute del Parco ma più frequentate dalla fauna selvatica in una zona di grande suggestione e bellezza. Per arrivare a Scanno il paese “presepe” d’Abruzzo.
1) Aremogna seggiovia – Toppe del Tesoro – Lago Pantaniello – Passo Godi. Disl. +400m. -800m; Ore di cammino: 5.
Pernottamento in hotel/b&b a Passo Godi.
2) Passo Godi – Scanno. Disl. +200m. -700m; Ore di cammino: 5.
Pernottamento in hotel/b&b a Scanno
3) Scanno – Toppe di Vurgo – Scanno. Disl. +800m. -600m; Ore di cammino: 5.

2gg ciaspole 14-15 gennaio 2017
Il versante Nord del Gran Sasso
Solo pochi hanno sentito parlare della Valle del Crivellaro, di Monte Corvo e del Mozzone. Sono luoghi che non hanno nulla da invidiare alle più maestose e alpine montagne. Regno dei lupi e dei camosci totalmente remote e poco frequentate. Questi due giorni con le ciaspole sono studiati per andare a scoprire luoghi remoti di straordinaria bellezza.
1) Da Prato Selva – Colle Andreole – Fosso del Monte – Rifugio del Monte
Pernottamento in Rifugio (se aperto o bivacco in locale invernale) Disl. +500m. -200m; Ore di cammino: 4.
2) Rif. Del Monte – Bosco Novello – Valle del Venacquaro – Prato Selva. Disl. +400m. -600m; Ore di cammino: 4.

2gg ciaspole 21-22 gennaio 2017
Traversata della Laga.
I magnifici Monti della Laga sono tra le montagne meno conosciute e più remote dell’Appennino. Parte del Grande Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga vantano grandi boschi, isolamento, cascate ghiacciate in inverno e natura selvaggia. I panorami dalle creste sommitali spaziano sul grande lago di Campotosto e sul vicino massiccio del Gran Sasso.
1) Da Cesacastina – Sorgente Pane e Cacio – Campotosto Disl. +800m. -600m; Ore di cammino: 6.
Pernottamento in hotel/B&B Campotosto
2) Da Campotosto a Monte di Mezzo a Cesacastina per differente itinerario. Disl. +750m. -1000m; Ore di cammino: 6.

2gg ciaspole 11-12 febbraio 2017
Traversata del Velino
Il massiccio del Velino appare subito imponente per chi entra in Abruzzo arrivando da Roma. E’ una montagna che vanta una ricchezza sconosciuta ai più. Rocce montonate betulle e circhi glaciali in quota sono ciò che rimane dall’ultima glaciazione di 10.000 anni fa. E poi i grifoni che volteggiano tra le cime in assoluto silenzio. La traversata, senza arrivare alla sommità del Velino, tocca i punti più isolati e panoramici del Parco attraversando i luoghi più suggestivi della montagna e toccando il laghetto carsico ghiacciato della Duchessa.
1) Da Campo Felice al Rifugio Sebastiani
Pernottamento in Rifugio (se aperto o bivacco in locale invernale). Disl. +600m.; Ore di cammino: 3;30.
2) Rifugio Sebastiani – Passo del Puzzillo – Sella di Solagne – Lago della Duchessa – Valle Amara – Corvaro. Disl. +300m. -1100m; Ore di cammino: 6.

1gg ciaspole 26 febbraio 2017
Traversata della Duchessa.
Le montagne della Duchessa sono la continuazione naturale del Gruppo del Velino. Tra i posti meno frequentati e meno conosciuti dell’Abruzzo segnano il confine tra il Lazio e L’Abruzzo stesso. Una prima dorsale appenninica che in questa regione si divide in tre rami. Sono cime di minore altezza ma non di minore bellezza!
Dalla “Chiesuola di Lucoli” (Campo Felice) a Monte San Rocco; Malepasso; Monte Cava , e Tornimparte.
Disl. +400m. -800m; Ore di cammino: 5.

2gg ciaspole 15-16 Aprile 2017
Traversata impegnativa della Majella ad alta quota con pernottamento in bivacco
Uno degli ambienti più impegnativi dell’Appennino: gli altopiani in quota della Majella. Due giorni in quota sopra i 2500m nei vasti altipiani sommitali della Majella per traversare la montagna in tutta la sua lunghezza e godere di un ambiente unico nel suo genere a queste latitudini.
1) Da Guado di Coccia a Tavola Rotonda e a Monte Amaro (Possibile salita in seggiovia a Guado di Coccia). Pernottamento in bivacco a Monte Amaro o in locale invernale a Rif. Manzini. Disl. +1100m. Con salita in seggiovia (1500m senza seggiovia); Ore di cammino: 6
2) Da Monte Amaro – Monte Pescofalcone – Monte Rapina – Caramanico Terme.Disl. +100m. -1700m; Ore di cammino: 7.

Informazioni comuni: VISTA LA SCARSITA’ DI MEZZI PUBBLICI NEI FESTIVI: TUTTE LE TRAVERSATE PREVEDONO DI LASCIARE UN AUTO AL PUNTO DI ARRIVO I punti di arrivo delle traversate sono pensati per effettuare spostamenti minimi in auto.
Tutte le escursioni e le traversate prevedono grandi lunghezze e dislivelli. Sono adatte a chi ha già esperienza di ciaspole e di montagna. I bivacchi invernali prevedono un grande spirito di adattamento. L’equipaggiamento deve essere sempre studiato attentamente per ridurre il peso e mantenersi caldi sopratutto nei pernottamenti.

Buone ciaspolate a tutti!!

Il nostro programma prevede escursioni di livelli differenti dalle facili passeggiate per chi per la prima volta si avvicina alle Ciaspole a quelle escursioni più impegnative con percorsi e dislivelli maggiori.

Nel dettaglio delle escursioni troverete sempre una indicazione di livello facile, medio ed impegnativo per poter scegliere tranquillamente le uscite più adatte a voi.

Se non avete l’attrezzatura non vi preoccupate! Noi forniamo l’attrezzatura (ciaspole e bastoncini) a tutti i nostri clienti compresa nel prezzo dell’escursione.

Oltre alle escursioni in programma se siete già un gruppetto precostituito potete richiederci una escursione guidata con le ciaspole in una località che decideremo insieme.